Il dirigibile e il cestone

C'era questo negozio indecifrabile. Potevi trovarci abiti, accessori, biancheria, detersivi, cosmetici, giocattoli. E audiocassette. Fu inaugurato in sordina in una zona periferica della città in cui vivo, nella prima metà degli anni Ottanta. Non sopravvisse abbastanza per vedere i Novanta. In quei pochi anni mi e capitato spesso di andarci. Amavo farci un salto il… Continue reading Il dirigibile e il cestone

Annunci

Nuvole

I dischi hanno questo di bello: seguono i loro percorsi, tracciati dalle intenzioni degli autori, ma assieme a questi disegnano altre traiettorie, fantasmi di strade, escursioni non pianificate, corollari impronosticabili. Sono pur sempre percorsi musicali, certo, che però s'intrecciano ai percorsi della Storia e inciampano nelle storie, nelle vicende di chi ascolta. Se c'era una… Continue reading Nuvole

Eternità

C’è la nausea, e c’è la suoneria del telefono. Si fanno largo, prendono posizione nel buio. La suoneria mi dà la nausea. La nausea è la suoneria del telefono. Apro gli occhi. La suoneria è reale. Respiro. Ingoio la nausea. Prendo il telefono e scopro che il rompicoglioni delle 8 e 10 è Paolo. “Cazzo… Continue reading Eternità