La gloria e l’amnesia: 35 anni di Purple Rain

Quel bar non esiste più. Sparito. La sua stanzina del juke box, senza finestre, con le poltrone basse, un odore inclassificabile (segatura, varechina, fibre intrise di tabacco e altri liquidi innominabili). Volendo essere generosi - ma anche obiettivi - era una specie di privée sonoro. Il nostro privée. Il rifugio ideale per un pugno di… Continue reading La gloria e l’amnesia: 35 anni di Purple Rain

Annunci

Awakening Songs #13: Nico – The Fairiest Of The Seasons

Poi tutto rallenta. Si espande. L'aria sembra chiederti il conto. Le cose emanano luce sotto forma di riflessi, colori, angolazioni. Ogni sensazione dura quell'istante in più che produce una strana, inafferrabile vibrazione. È l'estate, bellezza. La più bella delle stagioni? Non lo so. Me la godo, questo so. Come quasi tutti, dell'estate preferisco il mattino… Continue reading Awakening Songs #13: Nico – The Fairiest Of The Seasons

L’attrito e il rumore

A proposito di analogico vs. digitale e tutto ciò che questo significa (per "tutto" intendo: MOLTISSIMO), ho letto con piacere Ascoltare il rumore (Edizioni SUR) di Damon Krukovski, giornalista, critico, ricercatore nonché ex-batterista dei notevoli Galaxie 500 e attualmente membro del duo Damon & Naomi. Per la recensione vi rimando a Sentireascoltare, qui però mi… Continue reading L’attrito e il rumore

L’ebbrezza e la carneficina: i 15 anni di A Ghost Is Born

Alla fine del 2004 mi fu chiesto di scegliere quale fosse l'album che più mi era piaciuto. Se non ricordo male, si trattò di una scelta facile. Ecco quello che scrissi per il Mucchio: "C'è nel folk psichedelico di fine sessanta-inizio settanta un senso di rivoluzione sospesa, di vuoto pneumatico, di frontiera pietrificata in un… Continue reading L’ebbrezza e la carneficina: i 15 anni di A Ghost Is Born

Misteri beffardi, minacce bucoliche: i 20 anni di The Beta Band

La seconda rubrica che ho curato per il Mucchio, praticamente una Lacune 2.0, si intitolava Loser. Sottotitolo: incompresi, travolti, falliti & splendidi perdenti. L'idea era parlare di dischi buoni ma che in qualche modo non avevano saputo farsi riconoscere come tali, o comunque non quanto avrebbero meritato (il tutto - va da sé - a mio… Continue reading Misteri beffardi, minacce bucoliche: i 20 anni di The Beta Band

Rock, dal vivo, vivo: Live At Raji’s

Quanto adori i Dream Syndicate dovrebbe esservi ormai chiaro. Inevitabilmente negli anni ho scritto molto su di loro. Ad esempio, una delle prime “puntate” di Lacune (pubblicata all'incirca nel 2002) era dedicata a un loro disco, Live At Raji's, vale a dire uno dei live più belli di ogni tempo, anche se di norma ignorato… Continue reading Rock, dal vivo, vivo: Live At Raji’s