Impotenza (ricordando Cliff Burton)

metallica

Non posso dire di avere amato i Metallica. Si trattò più di un’infatuazione adolescenziale, di quelle che arrivano di colpo, ti strappano il fiato dai polmoni e in genere svaniscono con altrettanta rapidità. Infatti finì presto, era già quasi spenta quando seppi della morte del loro bassista, Cliff Burton.

Bass_burtonCliff aveva 24 anni e davanti a sé un futuro da rock star ormai spianato (Master Of Puppets, uscito quella primavera, aveva ottenuto un successo considerevole, antipasto dei best seller successivi). Il bus che trasportava la band nel tour europeo perse il controllo nei pressi di Ljungby, in Svezia. Cliff sventuratamente dormiva nella parte del bus che finì completamente schiacciata nell’urto. Fu l’unica vittima dell’incidente, e morì praticamente sul colpo. La sera prima era stato fortunato: si era giocato a carte la possibilità di dormire in quel letto, il più comodo a disposizione. Vinse contro Kirk Hammett, il chitarrista.

A pensarci bene, è stata la prima irruzione della morte nel pantheon dei miei idoli rock. Più importante ancora, iniziai a fare i conti coi concetti di destino e casualità, con l’assoluta insensatezza dell’imprevedibile: il pensiero che la fortuna potesse abbracciarti o voltarti le spalle in ogni istante, illuderti e ingannarti senza alcun tipo di riguardo, e soprattutto la mia (nostra) assoluta impotenza di fronte a tutto questo, mi angosciò per giorni. Una pezzetto della mia adolescenza finì quel 27 settembre del 1986, potevo quasi sentirlo. E Fade to Black, di cui non capivo neanche mezze parole, si saldò definitivamente a quella sensazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...